Regionali 2010: la Rete dei Cittadini critica con Emma Bonino e lo sciopero della fame

Questo Comunicato è stato letto 1715 volte!

Marzia Marzoli

Mentre la signora Bonino è impegnata in uno sciopero della fame volto a stimolare la pietà delle istituzioni (Presidente Napolitano in primis) per il gravoso ed impegnativo problema della raccolta delle firme di convalida della lista, i cittadini aderenti alla Lista Civica “RETE DEI CITTADINI“ sono impegnati quotidianamente in un tour de force, in gruppo o in solitario, organizzando banchetti, eventi e visite porta a porta, alla ricerca della firme necessarie per partecipare alle elezioni regionali Lazio 2010.

Il fine è il medesimo, sia per la signora Bonino che per la RETE DEI CITTADINI, ma la differenza fondamentale è che tutti i componenti della RdC, per ottemperare a questo impegno, sono costretti a mangiare tutti i giorni per evitare di crollare esausti, stressati e logorati dalla stanchezza!

La realtà si può descrivere con una semplice equazione:

Bonino : sciopero della fame = RETE DEI CITTADINI : costretti a mangiare

Inoltre, raccogliere le migliaia di firme necessarie alla convalida della lista è un’operazione onerosa oltre che per l’impegno fisico anche per quello economico: i convalidatori costano, costano gli spostamenti, le assenze dal lavoro, le fotocopie, la stampa dei moduli, volantini, ecc.

La signora Bonino, con i soldi pubblici dei rimborsi elettorali,  può usufruire di risorse economiche che fanno impallidire le misere finanze della RETE DEI CITTADINI, quindi il suo “sciopero della fame”  è inopportuno e propagandistico; ma di che si lamenta? Corri Bonino, corri… corri come corriamo noi cittadini !!

Ufficio stampa

Lista civica RETE DEI CITTADINI

Mario Campo    tel. 3288326581

info@retedeicittadini.it http://retedeicittadini.it

————————————————————————

Servizio Ufficio Stampa Punto a Capo

Francesca Marrucci

333 3876 830

http://www.paconline.it/ufficio-stampa/


Un pensiero riguardo “Regionali 2010: la Rete dei Cittadini critica con Emma Bonino e lo sciopero della fame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*