Marino: sabato si parla di fantasmi, streghe e lupi mannari nei Castelli Romani, con il libro di Roberto Libera.

Questo Comunicato è stato letto 1254 volte!

Marino: sabato si parla di fantasmi, streghe e lupi mannari nei Castelli Romani, con il libro di Roberto Libera.

Appuntamento della Stagione Culturale 2012-13 di Punto a Capo Onlus

I luoghi castellani che da sempre sono oggetto di storie, ormai diventate quasi miti e leggende, figure fantastiche caratteristiche della tradizione popolare come streghe, lupi mannari e fantasmi, un esempio è U Lenghelu marinese o la dama dai lunghi capelli neri che abita Palazzo Sforza Cesarini ad Albano, o ancora addirittura la Dea Diana che infesta gli amanti ariccini e sembra causa i suicidi d’amore dal famoso Ponte.

Storie che si tramandano di generazione in generazione e che una volta erano argomento di discussione la sera a tavola, o intorno ad un fuoco, incuriosendo e spesso anche spaventando i bambini, ma anche gli adulti.

A queste storie e questi luoghi è dedicato il libro di Roberto Libera, etnologo e Direttore del Museo Diocesano di Albano, dal titolo: ‘Streghe, fantasmi e lupi mannari nei Castelli Romani’, edito dal SBCR, che sarà presentato sabato 24 novembre alle ore 17,00 presso l’Associazione PUNTO A CAPO ONLUS a Marino, in Piazza Matteotti.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale KINA’ ART, con il Patrocinio del Comune di Marino, e sarà preceduto da alcuni video di testimonianze raccolte su storie e fatti accaduti realmente e da una serie di slides illustrative dell’autore.

Introduce l’evento, al quale sarà presente l’autore, Francesca Marrucci, Direttore Editoriale della testata regionale Punto a Capo Online, con la partecipazione di Tiziana Marinelli, Presidente del Kinà Art.

Siamo molto felici di ospitare la presentazione di questo libro tra i primissimi eventi della Stagione Culturale 2012-13 di Punto a Capo Onlus” afferma Francesca Marrucci, “e soprattutto salutiamo con particolare soddisfazione la collaborazione con l’associazione Kinà Art, nell’ottica di creare una rete di cooperazione tra associazioni che superi le difficoltà locali e le comuni, purtroppo, diffidenze, proprio com’è successo per il progetto per la Sagra dell’Uva con l’Accademia Castrimeniense e Arte e Musica. La fiducia del Comune di Marino che ci ha concesso anche quest’anno il Patrocinio, inoltre, è uno stimolo a continuare a sostenere la cultura che attraversa un momento poco felice a livello locale. E non a caso, partiamo con un tema così attuale, grazie al cinema e alla letteratura fantasy, calato però nel nostro contesto territoriale, proprio per puntare alla riscoperta di aspetti della nostra cultura e tradizione che rischiano, con la modernità e il disincanto delle nuove generazioni, di andare perduti”.

Marino, 22 novembre 2012

Info per la stampa: Francesca Marrucci 333 3876 830 – 06 93801036 – 392 8349631


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*