DALLE LUCI DELLA RIBALTA ALLE STRADE DEL MONDO, LUCA LUX A RAI2 MASTERS OF MAGIC 14 GIUGNO IN PRIMA SERATA

Questo Comunicato è stato letto 1412 volte!

DALLE LUCI DELLA RIBALTA ALLE STRADE DEL MONDO

LUCA LUX A RAI2 MASTERS OF MAGIC 14 GIUGNO IN PRIMA SERATA

RAI2 il 7 e 14 giugno presenta in prima serata MASTERS OF MAGIC due puntate dedicate al mondo dell’illusionismo condotte da Jessica Polsky e Raul Cremona. Due serate definite “leggendarie” dal presidente di Masters of Magic Walter Rolfo, il volto e l’ideatore delle più grandi produzioni televisive di magia.

Otto artisti si sfidano in una gara a eliminazione che porterà all’elezione del Campione Italiano di magia.

Nella puntata del 14 giugno maghi di fama mondiale stupiranno per la loro bravura: Cyril Takayama, Peter Marvey, Brett Daniels, Tony Chapek, Roy Davenport, Pilou, Aaron Crow, Arno e Vito Lupo formidabile artista newyorkese, campione del mondo e maestro del più giovane mago d’Italia, Luca Lux che realizza il sogno di esibirsi al loro fianco dopo aver vinto l’ambitissimo titolo di Campione italiano di magia juniores a Saint Vincent.

Il personaggio che Luca Lux propone nella sua performance originale, frizzante e ricca di ritmo è quello di un teenager che in mezzo al traffico della giungla metropolitana non usa la velocità, ma la magia. I suoi poteri lo proteggono dalle insidie della città: sorpreso e distratto, scivola lungo i marciapiedi e tra le lamiere delle macchine. Si diverte a cavallo della sua bmx piena di sorprese, nel suo zaino colori e fantasia, tra le mani il suo i-pod che riesce sempre a fargli trovare, con la musica giusta, la strada giusta!

I numeri di magia della serata verranno presentati per la prima volta in Italia ad un pubblico televisivo così numeroso da convincere RAI2 a trovare uno spazio in prima serata per questo evento di portata internazionale.

Anche dal mondo più impegnato nel sociale, apparentemente lontano dai “depensamenti” della magia, arrivano segni incoraggianti.

Il Vescovo ausiliare de L’Aquila, padre Giovanni d’Ercole che, partito dall’esperienza di vicedirettore della sala stampa vaticana, è oggi considerata la figura ecclesiale che come nessun altro conosce il mezzo televisivo e l’universo giovanile, ha chiesto a Luca Lux di rendersi disponibile per un grande evento di spettacolo che serva ad aprire i cuori ed infiammare le menti per il sostegno di nuovi progetti di solidarietà, con particolare riferimento alla città de L’Aquila, dilaniata da un terremoto che non ha ancora finito di produrre dolore.

D’altronde fulgidi esempi non mancano nell’universo cattolico: Don Bosco, per avvicinare i giovani, aveva aperto a Torino uno dei più importanti laboratori di illusionismo ed oggi, alcuni sacerdoti (fra i quali Mago Sales maestro del celebre Arturo Brachetti) praticano forme di “street magic” per agganciare nelle strade coloro che vivono dispersi nella disperata emarginazione urbana e nell’anonima dissipazione della propria dignità di esseri umani in balìa di alcool e droga.

Se, come dice Luca Lux, la vera magia è far credere che nella vita la magia esiste, tanti uomini potrebbero ritrovare in questi giochi la scintilla di un momento che li riconnetta al senso della vita.

La magia non è solo la patina lucida di un teatro delle apparenze, ma un sentiero per calarsi nelle tragedie dell’altro.

Luca Lux non rinuncerà a donare se stesso in questa missione. Ha lanciato un appello a tutti coloro che praticano la sua stessa arte magica nei territori diventati teatri di guerra del mondo, per ritrovarsi in un grande appuntamento in cui le luci dello spettacolo ed il fuoco della magia prendano il posto del fuoco e delle luci delle armi.

Intanto, continua ad inforcare la sua bicicletta di scena per cercare di diffondere la cultura e la pratica di una mobilità sostenibile in città in cui i morti per i residui della combustione degli idrocarburi sono le vittime di una guerra mai dichiarata. I Sindaci di alcune città lo hanno adottato come loro mascotte per promuovere iniziative a sostegno di una mobilità urbana senza motori a scoppio.

Da Las Vegas e dalle luci della ribalta alle strade del mondo: il percorso non è così lungo. Come dice Luca Lux, che sembra avere molto più dei suoi 15 anni, “quel che mi interessa veramente non sono le luci della ribalta, ma le luci delle strade del mondo, quelle della vita di tutti i giorni in cui si fanno le storie degli uomini che non hanno palcoscenico. Cercare, con la nostra arte scenica, di dare voce a questa umanità è la vera magia!”.

CHI E’ LUCA LUX?

Luca Lux ha soltanto 15 anni, ma sin da piccolo ha respirato la polvere dei palcoscenico, quando i genitori, organizzatori teatrali, se lo portavano dietro, nei teatri in cui andavano. Non passa certo i suoi pomeriggi di fronte alla playstation. Non gli interessa la realtà virtuale consumata passivamente; a lui piace crearla la realtà “virtuale” della magia, con la fisicità del suo corpo e delle macchine sceniche che inventa con le sue mani.

Il musicista che più ama è Franco Battiato: “Forse perché, – ci racconta Luca Lux – quando incontrava i miei genitori  dedicava  a mia mamma le canzoni che interpretava”.

Con i giochi che inventa, costruisce e prova, fino a ottenere l’effetto desiderato per divertire e stupire. Perché un gioco di prestigio non è la semplice esecuzione di un trucco, ma una vera performance artistica in cui il “mago” deve saper maneggiare un mix di elementi: il testo, la narrazione, i tempi, le abilità fisiche.

LUCA LUX, nonostante la sua giovane età, è un ammiratore di un grande protagonista del teatro di ricerca, Giorgio Barberio Corsetti, ai cui spettacoli s’ispira per trovare soluzioni sceniche innovative. Lux sta cercando nel mondo delle “avanguardie” teatrali, come si sarebbe detto un tempo, la strada per innovare la scena magica. Lo scorso anno è andato a lezione anche da Lindsay Kemp, il mimo inglese maestro di David Bowie.

Luca Lux, già vincitore del Premio originalità al Trofeo Arsenio 2009, è noto al grande pubblico per le sue performances in prima serata su Rai Uno, (un appuntamento fisso in “Affari tuoi“, con Max Giusti a fargli da ”spalla”). Il TG5 lo ha ripreso per il famoso numero della testa che si stacca. Uomo Vogue gli ha dedicato una pagina, Rai2 “I fatti vostri” di Giancarlo Magalli lo ha ospitato nel suo salotto. Attualmente va in onda su Disney Channel in “Sketch up“, prossimamente lo vedremo su Rai Due in “Cartoon Magic“.

E’ straordinario, buca lo schermo!”, ha esclamato Max Giusti.

Disney Channel ha coniato un “neologismo” appositamente per LUCA LUX: “mago metropolitano”.

E’ stato anche ospite dell’estate romana dove, presso l’isola del cinema, all’isola tiberina, ha interpretato, in una rassegna di cabaret “Makkekomico” un testo scritto da lui stesso.

Tino Fimiani, uno dei migliori cabarettisti della nostra scena ha trovato le parole giuste per descrivere Luca Lux: “ il nome è azzeccato, lui è televisivo, è giovanissimo, sintetico, e in certi tratti surreale.

Lux deve molto anche a Bustric autore, regista, attore – noto per aver partecipato al film premio Oscar di Benigni “La vita è bella” che con le sue lezioni gli ha aperto gli orizzonti della magia del teatro. Sorridendo, Luca Lux ci rivela la sua filosofia: “La vera magia è far credere che nella vita la magia esista!

Non chiedetegli i segreti dei suoi trucchi, non ve li rivelerà nemmeno sotto tortura. Ha prestato il solenne giuramento di non rivelare a nessuno i segreti di un’arte scenica che, come per gli attori della commedia dell’arte, si tramanda di generazione in generazione.

Lux è molto riconoscente nei confronti di Silvan, che molto apprezza il suo giovane talento, lo vede come il modello di una nuova generazione che sta venendo alla ribalta e di Tony Binarelli che lo ha recentemente ospitato nella sua “Hogwards” sulle dolomiti dove i maghi si scambiano i segreti dell’universo magico e di Raul Cremona che ha esclamato “E’ il mio miglior allievo dopo David Copperfield!”.

Roma, 7 giugno 2011

 

Per info, approfondimenti ed interviste: Eva Castrucci 347 7919610

Foto: http://www.puntoacapo-international.com/downloads?dl_cat=15


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*