Pomezia, Spagnoli e Mesturini (Pd): “Sconcertati dalle dichiarazioni dell’Idv. Dimenticano le loro responsabilità e raccontano favole”.

Questo Comunicato è stato letto 1242 volte!

Dino Spagnoli

Pomezia, Spagnoli e Mesturini (Pd): “Sconcertati dalle dichiarazioni dell’Idv. Dimenticano le loro responsabilità e raccontano favole”.

         I segretari dei circoli del Partito Democratico Dino Spagnoli (Pomezia centro) e Massimo Mesturini (Torvajanica) dichiarano a seguito del comunicato dell’IDV di Pomezia del 16 ottobre:

“Rimaniamo sconcertati dalle dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’IDV di Pomezia. Pochi giorni fa è stato approvato all’unanimità in Giunta lo schema di bilancio previsionale con il voto favorevole anche dai loro assessori.

Partendo da questo dato di fatto, parlare oggi di una situazione finanziaria allo sbando suona incredibile. Aprire una situazione di crisi all’interno di una maggioranza amministrativa senza motivazioni comprensibili è un atteggiamento irresponsabile che sicuramente non guarda agli interessi dei cittadini.

Il Sindaco De Fusco ha giustamente ritirato le deleghe agli Assessori per dare un chiaro segnale in merito al comportamento di alcuni consiglieri comunali e a questioni fondamentali per il centrosinistra, come quella di una chiara posizione sul reintegro di un consigliere rinviato a giudizio per gravi reati.

La ricostruzione che l’IDV fa di eventi del passato, si pensi alla vicenda ASER, è inaccettabile.

La posizione del PD è sempre stata quella di riportare la gestione dei tributi all’interno del Comune e inchiodare l’ASER alle proprie responsabilità. La rottura del contratto è stata una scelta che abbiamo sostenuto ed è stata raggiunta grazie al lavoro di tutti, non certo di singoli consiglieri o forze politiche.

E’ singolare che chi sedeva in Consiglio Comunale all’epoca della scelta di affidamento del servizio all’ASER stessa, oggi cerchi di rivendicare il merito della rottura del contratto, senza nemmeno effettuare nessuna autocritica sulle scelte del passato che avevano aperto la strada all’esternalizzazione della gestione del servizio tributi.

Marco Mesturini

La nostra preoccupazione è sempre stata quella di poter gestire il servizio come Comune, per evitare che la mancata capacità di gestione delle entrate generasse difficoltà di cassa per l’Ente.

Ricordiamo che problematiche inerenti il ritardo di pagamento per servizi come la mensa scolastica, il trasporto pubblico, la raccolta dei rifiuti si sono acuite proprio sotto la responsabilità di un Assessore al Bilancio dell’IDV.

Non vogliamo entrare più di tanto in queste responsabilità, ma è ovvio che tali situazioni si sono create proprio per la distanza tra le dichiarazioni dell’allora Assessore al Bilancio, che rassicurava sulla capacità del Comune di recuperare risorse dalla lotta all’evasione e all’elusione, e la realtà di incapacità di gestione di tali servizi, per cui ad oggi tali funzioni sono state assegnate a soggetti esterni.

Come mai all’epoca non ci si è resi conto di quale fosse la realtà?

La questione che riguarda il Consorzio Universitario meriterebbe un’attenta riflessione. Vogliamo solo segnalare che molti dei problemi finanziari del Consorzio sono nati quando era presidente una figura indicata dalla stessa IDV.

Riteniamo doveroso continuare un lavoro che cerca di dare risposte ai problemi dei cittadini e alle necessità di una città importante come Pomezia e speriamo che le persone responsabili che siedono in Consiglio Comunale sapranno mettere al primo posto, come il PD ha sempre cercato di fare, gli interessi della collettività.

I consiglieri dell’IDV dicano con chiarezza le reali motivazioni delle loro scelte evitando di continuare a raccontare favole e utilizzare momenti della vita amministrativa come l’approvazione del bilancio di previsione, per porre in maniera sbagliata questioni strumentali”.

 

Pomezia, 19 ottobre 2012

 

Per info: Marco Mesturini 334 6635043

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*