Roma: si fermano i cantieri per la realizzazione delle due metropolitane. Attivo dei delegati dei cantieri per la realizzazione delle due linee metropolitane di Roma.

Questo Comunicato è stato letto 935 volte!

Roma: si fermano i cantieri per la realizzazione delle due metropolitane. 

Attivo dei delegati dei cantieri per la realizzazione delle due linee metropolitane di Roma.
I sindacati territoriali Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil, hanno convocato per domani mattina, alle ore 9.30 in Via Buonarroti, 12 un attivo di tutti i delegati sindacali delle aziende impegnate nei cantieri per la realizzazione delle linee metropolitane di Roma – METRO C e METRO B1.
La soc. METRO C Spa ha aperto le procedure di licenziamento di 186 dipendenti. Durante la trattativa sindacale è stato sottoscritto un verbale di mancato accordo, dopo il rifiuto della stessa società ad attivare una cassa integrazione straordinaria in sostituzione dei licenziamenti. 
Attualmente le parti sono in attesa di essere convocate presso la regione Lazio.
Il 24 giugno la società consortile METRO B1 ha ufficialmente avviato le procedure di licenziamento collettivo di 21 impiegati e 65 operai, a seguito della conclusione dello scavo delle gallerie della tratta Piazza BOLOGNA-CONCA D’ORO.
Il giorno 5 luglio 2011 su richiesta di FENEAL UIL, FILCA CISL e FILLEA CGIL, l’Assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma ha convocato un tavolo di concertazione, coinvolgendo la soc. Roma MetropolitaneDurante la riunione il sindacato ha proposto all’assessore di arrivare ad un accordo che impegni le società che realizzeranno i futuri lavori delle linee metropolitane di Roma a rioccupare i lavoratori posti in cassa integrazione, nelle due vertenze relative alle linee C e B1, in particolare, nel cantiere per la realizzazione della nuova tratta di metropolitana REBIBBIA-CASAL MONASTERO.
Le parti si incontreranno di nuovo il 18 Luglio prossimo.
Le organizzazioni sindacali delle costruzioni sperano che tale tavolo non diventi un mero esercizio dialettico ma un’occasione seria, nella quale tutti i soggetti coinvolti sappiano assumersi le proprie responsabilità politiche, amministrative e imprenditoriali, per porre un solido argine alla gravissima crisi del settore delle costruzioni di Roma ed in particolare per quanto riguarda le opere della mobilità di Roma Capitale
“La crisi che stiamo vivendo nel settore delle costruzioni è gravissima” affermano le segreterie provinciali di Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil. “il tempo a disposizione sta per scadere. Siamo giunti al momento delle scelte e delle assunzioni di decisioni responsabili e al rendere esigibili gli impegni assunti verbalmente e tramite gli organi di stampa. Questo deve essere un impegno che tutte le parti in causa debbono assolutamente assolvere, nel rispetto reciproco e nella ricerca degli strumenti utili a ridurre l’impatto sociale che questa crisi sta scaricando esclusivamente sulle spalle dei lavoratori dipendenti
Con senso di responsabilità e per individuare i giusti strumenti, ma se necessario anche gli opportuni strumenti di lotta, abbiamo convocato domani l’attivo dei delegati sindacali dei due cantieri delle metropolitane coinvolti nelle procedure di licenziamento collettivo”. 
Roma, 12 luglio 2011
Info: Feneal Uil Anna Pallotta 348/7303724     –     Filca Cisl Attilio Vallocchia 335/5963280
                          Fillea Cgil Marco Carletti 328/7562488

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*